Cactusmania

FOTO DI FAMIGLIA: BROMELIACEAE / Dyckia

Le Dychia sono delle piante belle e cattive! Belle perché hanno una struttura fogliare, delle spine e delle colorazioni incredibili che raramente si vedono in natura. Cattive perché sono delle piante grasse succulente con foglie molto rigide, spinose ai lati e in punta. Chi le colleziona sa bene quanto male possono fare!

Sono delle Bromeliaceae, una famiglia di piante veramente giramondo che popolano le foreste tropicali e i deserti brasiliani.  Sono piante che crescono nelle regioni calde dove piove molto in estate ed è molto asciutto in inverno. Questo duplice bisogno delle Dyckia può essere un problema per chi le tratta da pianta grassa. In realtà ci sono alcuni accorgimenti da tenere per garantire il giusto livello di umidità. Prova a coltivare le piante di Dyckia all’esterno in estate e ritirarle in inverno in uno spazio fresco, asciutto e anche se freddo va bene, l’importante è che non geli. In estate puoi bagnare abbondantemente le piante, l’importante è assicurarsi che l’acqua non ristagni nel vaso. Sempre in estate è importante concimare regolarmente le piante perché hanno fame! In autunno bisogna ridurre le irrigazioni e far asciugare la terra completamente prima di ritirarle. In inverno dimenticale, assicurati che siano asciutte e che il gatto non ci giochi.

Le Dychia che compongono la collezione di Cactusmania sono tutte ibridi, cioè sono incroci, di base nascono da ibridi di Dyckia forsteriana, la cui specie si caratterizza dall’avere delle foglie corte, rigide la cui pagina inferiore è argentata. Le spine delle fosteriana sono corte e molto appuntite, flessibili o rigide a seconda della specie. Sono proprio le spine a creare dei motivi decorativi e sono le spine che hanno solleticato la fantasia di Joseph Franz … Dyck, un simpatico tedesco morto alla fine dell’800 che si è divertito a dare il nome a questo Genere e a molte altre piante egrasse. Un lavoro, quello di nomenclatura, reso difficile dal fatto che alle Dyckia piace fare all’amore e a forza di amarsi molto hanno generato una miriade si ibridi, una decina dei quali sono entrati da anni a far parte della collezione di Cactusmania che da non molto ha reso disponibile ai suoi amici e clienti.

Le Dyckia possono essere usate in tenti modi, ad Annarita piacciono in composizione, a me piacciono come piante singole, da tenere in vasi bassi. Per coltivarle a casa è sufficiente ricordarsi di bagnarle bene in estate e di lasciarle al sole. In questo modo si possono vedere anche dei lunghi fiori, semplici, giallo arancio. Si formano dei lunghissimi, spropositati, steli fiorali con più fiori sulla cima. I fiori semplici non sono molto appariscenti anche se il colore è molto intenso.

Grazie alla fantasia e alle mani di Dana Frigerio di BlossomZine puoi scaricare la scheda che racconta di questa specie cliccando QUI, stampala e tienila nel quaderno dei ricordi!

Le piante di Cactusmania raccontate da BlossomZine

Per vedere le Dyckia della nostra collezione puoi guardare qui sotto e cliccare sulle immagini anche se il modo migliore è chiamare Giulia e chiedere a lei!

Dyckia marnier-lapostollei vaso Ø 20

 

Dyckia hybrid Brittle star vaso Ø 25

Dyckia hybrid brittle star vaso Ø 25 Dyckia hybrid brittle star vaso Ø 25

 

Dyckia hybrid cabernet vaso Ø 25

Dyckia hybrid cabernet vaso Ø 25 Dyckia hybrid cabernet vaso Ø 25

 

Dyckia hybrid hebdingii vaso Ø 25

Dyckia hybrid hebdingii vaso Ø 25  Dyckia hybrid hebdingii vaso Ø 25

 

Dyckia hybrid goehringii vaso Ø 25

Dyckia hybrid goehringii vaso Ø 25 Dyckia hybrid goehringii vaso Ø 25