Cactusmania

Come far fiorire piante grasse e cactus

Una delle cose più belle che accade in primavera da Cactusmania a Ventimiglia è la comparsa delle prime fioriture.

Vedere fiorire le piante grasse è uno spettacolo della natura, che da sempre ci coinvolge in un momento dell’anno di grande lavoro. Sebbene non sia l’obiettivo principale di Cactusmania quello di produrre piante grasse fiorite, ci siamo resi conto che molti nostri clienti e amici ci chiedono di comprare le piante quando sono in fiore. Il punto è poi avere le piante grasse fiorite a casa negli anni a seguire!

Turbinicarpus pseudomacrochele

Assistere alla fioritura delle tue piante grasse infatti è una esperienza molto gratificante e una conferma che le stai coltivando nel modo giusto. Alcuni Cactus e qualche succulenta producono anche fiori incredibilmente belli, vistosi e colorati che sono uno spettacolo da guardare. Anche se i fiori non sono l’obiettivo principale per la maggior parte dei coltivatori di piante grasse, farli sbocciare è davvero un processo emozionante e meraviglioso al quale abbiamo la fortuna di assistere ogni anno!

Thelocactus macdowellii

Come le piante non succulente, le piante grasse fioriscono per attirare gli impollinatori. I fiori contengono le parti riproduttive della pianta. In natura, le piante grasse si affidano a insetti e altri animali per l’impollinazione, alcune però scelgono di spargere il loro prezioso polline con il vento. Alcuni fiori sono colorati e profumati dolcemente per attirare api, farfalle e uccelli. Alcuni fiori hanno un cattivo odore e attirano mosche e formiche pensando che sia sostanza organica!

Thelocactus conothelos
Strombocactus disciformis

Come far fiorire le piante grasse e i cactus? Ci sono dei passaggi fondamentali da seguire per farle fiorire? Tieni presente che non tutte le piante grasse e i cactus fioriscono! Alcune potrebbero impiegare anni per maturare e fiorire, mentre altri potrebbero non fiorire affatto. Devi sapere che alcune piante che vengono tenute in casa potrebbero non fiorire mai! Questo non deve scoraggiarti ma ti deve aiutare a capire come scegliere la giusta pianta grassa! Anzi a scegliere le giuste piante grasse, infatti le piante grasse e le succulente sono belle quando stanno insieme, soprattutto per quanto riguarda le piante grasse fiorite. Per questo motivo ho deciso di creare un kit per realizzare a casa una composizione di piante grasse. Clicca QUI per vedere il Cesto cactus fioriti – ‘Componi la tua Mania’. Una composizione da fare a casa seguendo il video tutorial sul canale YouTube di Cactusmania!

Composizione cesto fiorito

Temperature adeguate

Piante grasse e cactus preferiscono una netta differenza nelle temperature diurne e notturne, non solo nei mesi estivi ma anche in quelli invernali soprattutto se conservate in un ambiente a temperatura controllata, le piante grasse preferiscono una marcata differenza tra le loro temperature diurne e quelle notturne per imitare il loro habitat naturale. Moltissime piante grasse e succulente arrivano da zone desertiche o secche, dove l’escursione termica tra il giorno e la notte può essere molto alta. Le temperature fresche di notte sono una parte fondamentale del ciclo di crescita della pianta e di formazione del fiore.

Rebutia arenacea
Parodia chrysacanthion
Opuntia quitensis

Lo svernamento è importante se vuoi vedere fiorire i tuoi cactus e le tue piante grasse. Ciò può essere ottenuto mantenendo le tue piante fresche e asciutte nei mesi invernali, in particolare i cactus.

 

Molta, moltissima luce

Assicurati che le piante ricevano un’adeguata luce solare durante tutto l’anno e siano mantenute in un luogo luminoso, anche durante i mesi invernali più freddi. La maggior parte dei cactus e delle piante grasse necessita di almeno 4-6 ore di luce intensa o più al giorno. Se c’è buio le piante non fioriranno. Alcune piante non possono sopportare il sole intenso e pieno e necessitano di una luce filtrata ma intensa per prevenire i danni del sole. Le piante che non ricevono abbastanza luce diventano piante filate, eziolate si dice, cioè sformate perché sono andate alla ricerca della luce. Una pianta filata è una pianta deformata, iniziano a sembrare pallide e malate. Posizionare le piante vicino a finestre rivolte a sud o est all’interno per garantire un’illuminazione adeguata. Se necessario, prendi in considerazione l’utilizzo di luci di coltivazione per fornire abbastanza luce all’interno della tua casa. Le piante succulente che non ricevono un’adeguata luce solare non crescono correttamente e molto probabilmente non fioriranno.

Eriosyce odieri
Echinofossulocactus lamellosus

Concime

Sebbene le piante grasse non hanno bisogno di molto concime è necessario fornire alle tue piante grasse i nutrienti di cui hanno bisogno. Una concimazione regolare contribuirà a garantire una crescita adeguata e incoraggerà le fioriture. Ci vuole molta energia affinché le piante producano fiori e dar loro da mangiare aiuterà a soddisfare le loro esigenze durante la stagione della fioritura. La raccomandazione più comune è quella di concimare durante la stagione di crescita attiva o durante i mesi primaverili ed estivi. I fertilizzanti possono essere dati ogni due settimane circa, poco ma spesso, oppure con una sola concimazione in primavera. Astenersi dalla concimazione verso la fine della stagione autunnale e durante i mesi invernali. Una miscela equilibrata di fertilizzante a metà primavera, mentre la pianta è in vegetazione, aiuterà anche la comparsa di fiori.

 

Acqua

Sebbene i cactus e le piante grasse abbiano la capacità di immagazzinare l’acqua, devono comunque essere annaffiate regolarmente durante la stagione di crescita. Innaffiarle regolarmente aiuta a garantire che non esauriscano la loro riserva d’acqua interna necessaria per la crescita. Innaffiarle regolarmente le aiuta anche a resistere meglio al caldo estivo più intenso. Durante la stagione di crescita attiva, innaffia accuratamente le piante finché l’acqua non fuoriesce dai fori del vaso. Oppure se il vaso non è bucato assicurarsi che l’acqua abbia bagnato bene il terriccio e poi piegare il vaso per far uscire l’acqua in eccesso. Aspetta che il terreno si asciughi prima di annaffiare di nuovo, questo è il trucco più importante per rendere felice la tua pianta grassa! Tocca il terreno con un dito per capire se è asciutto. Se il dito si sporca di terriccio o se rimane del bagnato allora vuol dire che non è ancora ben asciutto e che devi aspettare. Si deve aumentare la frequenza di irrigazione durante i caldi mesi estivi soprattutto se sposti le tue piante grasse in giardino all’aperto; diminuire l’irrigazione, fino a sospenderla, durante i freddi mesi invernali. L’irrigazione eccessiva è dannosa per piante grasse e cactus, quindi assicurati di lasciare asciugare il terreno tra un’annaffiatura e l’altra e non lasciare l’acqua nel piattino!

Rebutia pulchella prolifera
Rebutia heliosa x albiflora

Terriccio

Molte piante grasse stanno bene nei vasi stretti. Tanto più le piante grasse hanno tanta terra intorno e tanto più facile è che marciscano o deperiscano. Quando compri una pianta grassa da Cactusmania la potrai tenere nel vaso che hai acquistato per molto tempo. La scelta del giusto terriccio è fondamentale quando devi cambiare di vaso la tua pianta grassa. La scelta del terriccio e anche la tecnica per non pungersi! Guarda il video sul rinvaso dell’Echinocactus grusonii (cuscino della suocera)!

Il terriccio è fondamentale per non far ristagnare l’acqua introno alla nostra pianta grassa. Osserva il terriccio che noi usiamo e che abbiamo usato per coltivare la tua pianta grassa. Vedi che ci sono dei sassolini leggeri, o delle piccole palline bianche: si tratta di pietra pomice o di perlite, due sostanze inerti che servono a far circolare l’aria nel terriccio e far scolare l’acqua. Le piante grasse e i cactus non amano sedersi nell’acqua. Le loro radici sono suscettibili di marcire se mantenute bagnate troppo a lungo. Puoi creare il tuo mix di invasatura o utilizzare un mix commerciale. Se temi di star dando troppa acqua puoi mettere sul fondo del vaso uno strato di sassi in questo modo terrai le radici lontane dall’acqua in eccesso.

Echinocereus pulchellus
Brasilicactus graessneri

Limita la quantità di acqua in autunno

Le piante grasse devono essere portate a riposo una volta all’anno, questo permetterà loro di far maturare le gemme a fiore che si apriranno in primavera. Riduci le irrigazioni e se la tieni in casa, riduci la temperatura sia diurna che notturna. Le scale, le stanze fredde della casa ma luminose e dove la temperatura in ogni caso non scende sotto gli zero gradi.

Fornisci un periodo di oscurità

La pianta ha bisogno di circa 12-14 ore di buio durante la notte per incoraggiarla a fiorire. Fornisce una luce brillante e indiretta durante il giorno e almeno 12 ore di oscurità durante la notte. Questa riduzione della luce deve iniziare circa 8 settimane prima che ti aspetti che fiorisca.

Collezione cactus fioriti 8 piante

Se vuoi scoprire tutta la collezione di cactus in fiore da comprare adesso clicca QUI

 

Temperature più fresche

Fornire temperature più basse (10-15⁰C) evitando di posizionare la pianta dove la temperatura può variare notevolmente dal caldo al freddo estremo.

Le piante monocarpiche sono piante che muoiono dopo la fioritura. Alcune piante grasse sono monocarpiche, ma la maggior parte non lo sono. La maggior parte degli Aeonium sono monocarpici. Gli Aeonium producono fiori bianchi o gialli che spuntano dal centro della rosetta. Una volta che i fiori hanno finito di sbocciare, la pianta muore. I suoi germogli e le rosette circostanti che non sono fiorite continuano a sopravvivere. Le piante monocarpiche spesso durano diversi anni prima della fioritura. A quel punto, avrebbero prodotto molte propaggini che possono essere ripiantate e usate come piante nuove prima che la pianta madre fiorisca e alla fine muoia. Alcune Agave e anche i Sempervivum sono monocarpici.

Di seguito sono riportate le foto delle piante grasse in fiore nel mese di aprile a Ventimiglia. Siamo molto fortunati a vivere nella bella e soleggiata Liguria dove il sole non manca. Applichiamo le regole sopra riportate, le nostre serre sono riscaldate solo per evitare il gelo che nella valle del fiume Roja che ci scorre vicino capita tutti gli anni.

 

Machairophyllum brevifolium
Matucana crinifera
Neoporteria gerocephala
Neoporteria gerocephala

 

Speciale Mammillaria in fiore

Mammillaria zelmanniana

Il cactus più ambito della nostra Boutique! Le Mammillaria rappresentano un genere composto da circa 275 specie, che vengono comunemente chiamate cactus “piumino da cipria” o “puntaspilli”. La maggior parte delle varietà Mammillaria sono di forma globosa, rotonda, e assumono il loro aspetto affascinante perché le loro spine emergono dai tubercoli rialzati, il che spiega sia il loro aspetto unico che il loro stile di fioritura a corona, delle vere e proprio regine tra le piante grasse! Originarie principalmente degli Stati Uniti sud-occidentali e del Messico, con alcune varietà naturalizzate nei Caraibi, il fascino estetico delle Mammillaria è fondato sulla matematica: il modello distinto in cui sono disposti i tubercoli a spirale è dovuto alla sequenza di Fibonacci! E tutti ne restiamo stregati!

Mammillaria spinosissima

Come la maggior parte dei cactus, Mammillaria richiede circa quattro ore di luce solare diretta ogni giorno. Tenerli vicino a una finestra soleggiata è un must, ma ha anche un altro vantaggio: il fatto che i davanzali delle finestre tendano ad essere leggermente più freschi del resto della stanza durante i mesi invernali aiuterà effettivamente a facilitare il periodo di dormienza di cui queste piante hanno bisogno fiorire!

Mammillaria pectinifera PP663
Mammillaria melaleuca

Fare in modo che queste piante speciali dormano d’inverno vale la pena, poiché i fiori possono essere fragranti e deliziosi solo con la giusta alternanza di caldo e freddo. Le Mammillaria fioriscono per diventare attraenti per gli impollinatori e talvolta riescono anche ad impostare piccoli frutti una volta che hanno finito di fiorire! Se hai appena portato a casa una piccola Mammillaria non scoraggiarti: fioriscono solo le piante mature, il che può richiedere diversi anni.

Mammillaria humboldtii
Mammillaria giselae

Dei fiori delle Mammillaria, che vanno dal bianco al rosa e persino al rosso, non puoi farne a meno e per ottenere i fiori ogni anno vale la pena dedicare del tempo per assicurarsi che la tua Mammillaria sia ben curata: abbondante luce e annaffiature abbondanti ma poco frequenti in primavera, temperature più fresche e niente acqua durante il periodo di dormienza invernale!

Mammillaria buxbaumeriana

 

 

 

Torna su